Cerca...

 

In BACHECA

nuovi progetti

per GUBRYE!!!

 

Area riservata

Iscriviti alla newsletter

In questa sezione sono raccolti i progetti che l'Ispettoria sceglie di sostenere con azioni concrete all'interno delle comunità e con la diffusione delle inziative attraverso il web e i canali social.

Messico, settembre 2017 – da http://www.missionegiovanifma.org/ – Il mese di settembre 2017 è stato davvero tragico per tutto il Messico. La terra ha tremato molto forte, fino ad oltre gli 8 gradi della scala Richter. E continua tremare con scosse forti e altre di assestamento. Perdite umane, feriti, costruzioni crollate, specialmente negli stati di Oaxaca, Guerrero, Chiapas, Morelos, Puebla e Città del Messico. Alcune zone precedentemente erano già state colpite dagli uragani.

Roma, dicembre 2017 – da http://www.missionegiovanifma.org – Con una firma puoi aiutare Missione Giovani FMA.

Come ogni anno è possibile destinare il 5×1000 IRPEF all’Associazione “Missione Giovani Fma Onlus”. È molto semplice, basta inserire il C.F. 01871390017 nel riquadro “Sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative…” e apporre la propria firma.

Con un semplice gesto sostieni l’impegno delle Figlie di Maria Ausiliatrice a favore dell’educazione, della formazione e della promozione dei bambini, dei giovani e delle donne in condizione di svantaggio e marginalità. Puoi continuare a sostenerci anche durante il resto dell’anno. Per saperne di più visita la pagina: Come aiutare.

Porto Rico, settembre 2017 – da http://www.missionegiovanifma.org/ – Il passaggio degli Uragani Irma e Maria ha lasciato l’isola di Porto Rico distrutta. Soprattutto l’uragano Maria con i suoi venti che hanno raggiunto i 185 chilometri orari, ha lasciato dietro se vittime, feriti e un paese senza acqua, cibo ed elettricità. Sono centinaia di migliaia le persone che sono state coinvolte da questo terribile evento. Le strade allegate rendono difficili gli spostamenti, la mancanza di corrente elettrica impedisce le comunicazione, ed è un problema sia per i soccorritori che per i luoghi come gli ospedali dove i macchinari sono indispensabili. Le prime stime dei danni calcano che saranno necessari almeno 6 mesi per ricostruire la rete elettrica nazionale.

 

Io sono

una MISSIONE

#perlavitadeglialtri

 

Free Joomla! template by L.THEME