• XII Morelli di Cento fa festa alla vocazione religiosa di una sua figlia

    Giovedì, 17 Agosto 2017 17:08
  • Invio missionario dei giovani

    Giovedì, 17 Agosto 2017 06:51
  • Una nuova opera nel cuore dell’Etiopia

    Martedì, 15 Agosto 2017 20:05
  • SYM 2017: sui luoghi di Main

    Martedì, 15 Agosto 2017 10:23
  • Tutto ebbe inizio da un sogno

    Martedì, 15 Agosto 2017 10:18

Consiglio ispettoriale

Animazione e Governo

L’organo che si assume direttamente il compito di animazione e governo è Il Consiglio ispettoriale che, nello svolgimento del compito che gli è proprio, come da mandato costituzionale, si impegna per:
- garantire un funzionamento più partecipativo, corresponsabile, comunionale
- operare scelte che assicurino maggiormente la qualità della vita personale e comunitaria, nella logica della minorità evangelica
- promuovere percorsi formativi mirati, secondo la linea progettuale dell’Ispettoria.
Componenti del Consiglio, insieme all'Ispettrice, sono: la Vicaria, la Consigliera per la Formazione, la Consigliera per la Pastorale Giovanile, quattro Consigliere non residenti in ispettoria, l'Economa, la Segretaria.

Il Consiglio Ispettoriale si avvale dell’aiuto di altri soggetti inseriti, a vari livelli e con compiti diversi, nella vita ispettoriale:

Nucleo animatore ispettoriale
Non è una struttura di governo, ma un organo che lavora a supporto e in collaborazione con il Consiglio. E’ un gruppo di persone (FMA e Laici), che si impegna a condividere il cammino di fede, il carisma e lo spirito salesiano, con la funzione di animazione, pensiero, comunicazione e l’impegno di suscitare dialogo e confronto con e nella realtà locale.
Il coordinamento è affidato alla Consigliera ispettoriale per la formazione. Sono presenti rappresentanti delle singole Commissioni (Consigliere o non, FMA o Laici), in modo da garantire coordinamento e unitarietà nel lavoro.

Gruppo Direttrici
Le direttrici hanno un ruolo centrale nell’animazione dell’Ispettoria in quanto collegamento diretto, interfaccia tra Ispettoria e realtà locale, secondo una logica circolare.
Esse sono “gruppo”, soggetto plurale che si fa portavoce della realtà locale; con il Consiglio pensa, individua strategie di azione e modalità attuative e le restituisce alle comunità.

Commissioni
Le Commissioni sono quattro, in corrispondenza alle funzioni strutturali della nostra organizzazione: formazione, pastorale giovanile, comunicazione, economia. Questi ambiti sono collegati alle nostre figure di sistema e a dimensioni permanenti della vita e della missione delle FMA. Ogni Commissione si costituisce su mandato del Consiglio ispettoriale e si struttura in funzione della sua specificità definendo obiettivi, articolazione, compiti. Ha riconoscimento e visibilità come soggetto al servizio della missione, in interazione con il Consiglio e gli altri organi di animazione. Impegno delle Commissioni è di tradurre e declinare le linee progettuali all’interno del proprio ambito in rapporto alle esigenze emergenti.