Comunità generative

Comunità generative

In questi giorni le direttrici hanno vissuto il loro primo incontro di formazione in presenza a La Spezia. Come già sperimentato altre volte il tempo è stato così organizzato: arrivo il venerdì sera per pregare insieme i Vespri, sabato mattina vissuto come tempo di ritiro spirituale, sabato pomeriggio e domenica mattina dedicato al lavoro insieme.

La Spezia, 11-13 novembre 2022 – Incontro di Formazione delle direttrici – In questi giorni le direttrici hanno vissuto il loro primo incontro di formazione in presenza a La Spezia. Come già sperimentato altre volte il tempo è stato così organizzato: arrivo il venerdì sera per pregare insieme i Vespri, sabato mattina vissuto come tempo di ritiro spirituale, sabato pomeriggio e domenica mattina dedicato al lavoro insieme.

Abbiamo quindi iniziato l’incontro facendo memoria di san Martino di Tours, Vescovo ricordato per la sua grande generosità, per la sua attenzione ai poveri e agli ultimi. Nella preghiera abbiamo affidato al Signore il nostro impegno nel dare vita a comunità generative, capaci di promuovere la vita in ogni età e condizione, attente ai bisogni di chi ci vive accanto, disposte a farsi carico delle difficoltà perché tutti abbiano vita.

Il sabato mattina le direttrici e le consigliere ispettoriali hanno meditato sul brano tratto da Atti 2,42-47 (lasciandosi guidare da un commento di padre Bertagna e padre Fausti) e sull’articolo delle Costituzioni n. 49. La mattinata è stata caratterizzata da tanto silenzio, preghiera, possibilità di passeggiate sul lungo mare.

Il primo pomeriggio è stato dedicato alla condivisione su quanto meditato e il secondo pomeriggio alla rilettura e all’aggiornamento dei criteri di ristrutturazione e dei criteri di risignificazione.

Un lavoro faticoso e prezioso allo stesso tempo.

Riprendendo puntualmente i documenti dal 2009 ad oggi (criteri di ristrutturazione, criteri di risignificazione, priorità emerse dal Capitolo Ispettoriale 2019, priorità indicate dal Capitolo Generale 2021) abbiamo potuto constatare come è cambiata la nostra sensibilità su tanti argomenti e come, pur lentamente, si è realizzato un cambio di mentalità che ci vede molto più attente alla realtà che ci circonda.

Nel lavoro della domenica mattina abbiamo condiviso quanto individuato nei gruppi di lavoro, abbiamo condiviso anche la necessità di riscrivere i criteri di risignificazione e ridisegno mettendo in evidenza la dinamicità della vita, di ampliare il confronto perché più partecipiamo ai processi e più facile è il dialogo nelle realtà in cui viviamo.

Domenica mattina abbiamo voluto celebrare la GIORNATA MISSIONARIA SALESIANA, introducendo la Messa presieduta da don Fabrizio Di Loreto, con queste parole:

Non voi avete scelto me, ma io ho scelto voi e vi ho costituiti perché andiate e portiate frutto e il vostro frutto rimanga (Gv 15,16) – In questa giornata Missionaria Salesiana preghiamo in particolare per tutti i missionari e le missionarie della Famiglia Salesiana. Chiediamo che il piccolo contributo che offriamo in ermini di educazione e solidarietà porti frutti di gioia e di pace nel mondo intero”. La breve introduzione è stata accompagnata da una composizione di frutta che è stata posta sotto l’altare.

Così, semplicemente, i nostri orizzonti si sono allargati al mondo intero e la giornata ha preso il colore del dono e della gratuità.

Come sempre un tempo è stato dedicato alle comunicazioni: processi in atto in ispettoria, informazioni circa eventi e iniziative che si realizzeranno prossimamente.

Giornate piene, ricche di condivisione, dialogo, semplice fraternità. È stato bello stare insieme.

Della stessa categoria puoi leggere ancora...

Free Joomla templates by Ltheme