I 4 martedì delle buone prassi

I 4 martedì delle buone prassi

Il CIOFS Scuola FMA nazionale propone 4 martedì (il primo è già l'11 gennaio), dedicati alla didattica e alle buone prassi. Alcune scuole presenteranno online una loro esperienza (iter di preparazione e realizzazione, traguardi e metodologia) e sarà possibile dialogare con gli "autori".

Roma, 7 gennaio 2022 – CIOFS Scuola FMA – Carissime direttrici e coordinatori con l'anno 2022 il CIOFS Scuola FMA nazionale propone 4 martedì (il primo è già l'11 gennaio), dedicati alla didattica e alle buone prassi. Alcune scuole presenteranno online una loro esperienza (iter di preparazione e realizzazione, traguardi e metodologia) e sarà possibile dialogare con gli "autori".

Ecco la scheda illustrativa della proposta che verrà presentata martedì 11 gennaio:

LA RICERCA PER FONTI 2.0: riabilitare le competenze di ricerca nella scuola. Il futuro non è più quello di una volta. Già, perché ieri, senza l’apporto della tecnologia, per “fare una ricerca” ci si dotava di pile di libri ed enciclopedie illustrate su cui leggere, sottolineare, ritagliare e incollare (se necessario). Oggi il “futuro” si chiama web. Sicuramente, in questo nuovo orizzonte, a tutti i docenti è capitato di assegnare ai propri alunni una ricerca. E, sicuramente, a tutti i docenti è capitato anche di cogliere “in flagrante” i seriali “copiaeincolla” da Wikipedia o altre pagine web. Questo, ovviamente, non significa “fare una ricerca”. Ma la responsabilità non è degli studenti (o meglio, lo è solo in parte); il problema è che ad oggi non esistono programmi che puntino a (ri)abilitare le loro competenze di ricerca. Com’è possibile dunque orientare gli alunni affinché imparino a navigare efficacemente nel mare informativo in cui sono immersi? Per la scuola di ogni ordine e grado l’educare a farsi domande, problematizzando la realtà, deve diventare un’urgente priorità per evitare di incentivare quell’atteggiamento acritico, inconsapevole, superficiale e approssimativo che spesso caratterizza l’approccio dei ragazzi all’informazione. In una modernità che travolge con i suoi innumerevoli stimoli conoscitivi, spesso poco attendibili, se non manipolati, la capacità di usare le fonti (selezionandole, valutandole e interpretandole) richiede una formazione nuova. Quale? Lo scopriremo nel primo "martedì delle buone prassi.

Della stessa categoria puoi leggere ancora...

Free Joomla templates by Ltheme