• XII Morelli di Cento fa festa alla vocazione religiosa di una sua figlia

    Giovedì, 17 Agosto 2017 17:08
  • Invio missionario dei giovani

    Giovedì, 17 Agosto 2017 06:51
  • Una nuova opera nel cuore dell’Etiopia

    Martedì, 15 Agosto 2017 20:05
  • SYM 2017: sui luoghi di Main

    Martedì, 15 Agosto 2017 10:23
  • Tutto ebbe inizio da un sogno

    Martedì, 15 Agosto 2017 10:18

Sulle orme di sr. Teresa Valsè Pantellini

Firenze, 16 giugno 2017 – Venerdì 16 giugno con la comunità del noviziato di via Appia abbiamo fatto la gita comunitaria a Firenze. Quello che ci ha mosse nello scegliere proprio la “culla del Rinascimento” è il volerci mettere sulle orme di sr Teresa Valsè Pantellini che oltre ad essere una suora FMA Venerabile, dà anche il nome al nostro noviziato.

Arrivate a Firenze, siamo state accolte da sr Antonietta Meli che è stata la nostra guida, e ci ha regalato la sua presenza e le sue competenze accompagnandoci per tutto il giorno.

Abbiamo visitato Poggio Imperiale, il convitto della SS Annunziata dove la venerabile ha passato due anni della sua vita come interna. Dopo aver fatto una breve sosta per il pranzo, ospitate dall’accoglientissima comunità di Firenze, che non ha mancato di farci trovare delle bibite freschissime, abbiamo visitato il centro storico.

Per molte di noi era la prima volta a Firenze e lo stupore è stato veramente tanto!!!

“Dulcis in fundo”, l’incontro tanto atteso con le pronipoti di sr Teresa: Patrizia e Maria Teresa Valsè Pantellini. Abbiamo letteralmente fatto irruzione in casa loro e ci hanno raccontato un po’ di fatti di famiglia, che sentivamo anche tanto come “fatti nostri”. Ci hanno davvero fatto sentire di casa e mostrandoci foto e scritti del passato, ci hanno anche lasciato prendere dei biglietti preziosissimi con la firma autentica della Pantellini.

È stata una giornata davvero inaspettata e piena di sorprese, clima di famiglia e di stupore. Siamo tanto grate per la bella occasione che ci è stata regalata. Un ringraziamento speciale, oltre a sr Antonietta e alla comunità fma, a tutte le persone che ci hanno guidato in questo rapido ma intenso tuffo toscano.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna